RADIOLOGIA

I settori di Radiologia e Laboratorio Analisi sono ubicati a circa 2 Km di distanza dal casello autostradale di Torre del Greco, è raggiungibile anche tramite il servizio di autobus urbano e interurbano con fermata sita in piazza Luigi Palomba, poco distante dal centro. Inoltre il CMA dispone di un ampio parcheggio gratuito.

Via Napoli, 35 - Torre del Greco (NA)

081 881 88 08

radiologia@centromedicoascione.it

ORARI DI APERTURA - mostra tutti



Oggi08:00 - 19:00


LUN-VEN08:00 - 19:00
SAB08:00 - 13:00

RISONANZA MAGNETICA

+

La Risonanza Magnetica Nucleare (RMN), è una tecnica di indagine che utilizza radiazioni elettromagnetiche, innocue per l'organismo, che elaborate da un computer forniscono al termine un 'immagine bidimensionale, su vari piani del corpo umano. Le indagini mediche che sfruttano la RMN danno informazioni diverse rispetto alle immagini radiologiche convenzionali: il segnale di densità in RMN è dato infatti dal nucleo atomico dell'elemento esaminato, mentre la densità radiografica è determinata dalle caratteristiche degli orbitali elettronici degli atomi colpiti dai raggi X. Con la RMN si possono studiare tutte le parti del corpo umano; peraltro le indagini diagnostiche più frequenti riguardano il cranio, la colonna vertebrale e le articolazioni. La durata dell'esame è variabile da circa 20 min., necessari per uno studio del cranio, ad i 60 min. necessari per alcuni esami con mezzo di contrasto. I pazienti portatori di protesi metalliche valvolari, vascolari, schegge metalliche mobili, e soggetti sofferenti di claustrofobia non si possono sottoporre all'esame di RMN. Il CMA dispone di una Risonanza magnetica ad alto campo da 1,5 TESLA che rappresenta uno dei più performanti strumenti diagnostici operanti sul territorio regionale.

•  RM Muscolo-Scheletrica e Articolare
•  RM Body
•  RM Mammaria
•  RM Neuro
•  ANGIO RM
•  RM MPR Prostata
•  Cardio RM

PDF preparazione ad esame

TAC

+

La tomografia computerizzata, indicata con l'acronimo TAC o più correttamente TC, è una tecnica radiodiagnostica, che sfrutta fasci di radiazioni ionizzanti (raggi X) che attraversando il corpo riproducono, con l'ausilio di un computer (computerizzata), immagini in sezione (tomografia) delle strutture corporee. Può essere utilizzata in qualsiasi parte del corpo dal cranio al torace all' addome consentendo di studiare dettagliatamente e nello stesso momento scheletro, tessuti molli, parenchimi e vasi sanguigni.
La TAC è utile per lo studio della patologia traumatica, malformativa, infiammatoria e neoplastica del corpo umano.
Grazie al continuo progresso tecnologico, da pochi anni viene utilizzata nella diagnostica cardiologica per analizzare lo stato di salute del cuore (Angio-TC).
Il CMA è dotata di una Philips Brilliance a 64 canali che, rispetto alle TAC di vecchia generazione ed a molte altre TAC multistrato, offre immagini ad elevatissima definizione, radiazioni dimezzate per il paziente, riduzione dei tempi di esecuzione degli esami.
Infatti la TAC Brilliance 64 strati si differenzia principalmente per la capacità di fornire immagini ad alta definizione con una sensibile riduzione della dose di radiazioni assorbite dai pazienti (circa il 50% in meno), per l'estrema velocità di realizzazione degli esami permettendo di studiare pazienti critici non collaboranti. Tutti i distretti del corpo umano possono essere studiati con questa macchina, in particolare migliora la diagnosi di tutte le patologie ed in modo particolare è indicata per lo studio delle coronarie, noduli polmonari, fegato, pancreas e malattie neoplastiche.

•  TC BODY
•  TC NEURO
•  ANGIO TC
•  CARDIO TC
•  DENTALSCAN
•  TC Scheletriche Articolari
•  TC Apparato digerente
•  PDF Preparazione

ECOGRAFIA

+

L'ecografia o ecotomografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell'emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore. Questa tecnica è utilizzata routinariamente in ambito internistico, chirurgico e radiologico. Oggi infatti tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse come TAC, imaging a risonanza magnetica, angiografia. I vantaggi di quest'esame sono molteplici: è innocuo per il paziente e può essere ripetuto anche più volte a breve distanza di tempo; in molti casi è molto preciso e sensibile e spesso è in grado di evidenziare anche piccolissime alterazioni della struttura di un organo, delle dimensioni di pochi millimetri.

•  Ecografia addominale (PDF preparazione)
•  Ecografia della mammella
•  Ecografia muscolo scheletrica
•  Ecografia prostatica
•  Ecografia testicolare
•  Ecografia della tiroide
•  Ecografia della cute e del tessuto sottocutaneo
•  Ecografia trans rettale (PDF Preparazione)
•  Ecografia del muscolo tendineo
•  Ecografia osteo articolare

RADIOLOGIA DIGITALE

+

La migliore accuratezza diagnostica e la minore quantità di radiazioni per il paziente Il Centro Medico Ascione è dotato di apparecchiature digitali di ultima generazione, che consentono di effettuare ogni tipo di indagine radiologica garantendo la migliore qualità delle immagini con la minor quantità di radiazioni somministrate al paziente.
È la tecnica di indagine radiologica più conosciuta e di uso più comune, il suo principale campo di utilizzo è quello della diagnosi medica. Permette di evidenziare e documentare organi, apparati e apparato scheletrico, fornendo informazioni diagnostiche essenziali. E' indispensabile per la determinazione di un grande numero di patologie o per diagnosticare fratture delle ossa, lussazioni, artrosi, o patologie della colonna vertebrale.
Chi non può sottoporsi all’esame: A parte la gravidanza, in particolare nel periodo iniziale, controindicazione comune a tutti gli esami radiologici, la radiografia tradizionale non conosce controindicazioni o limiti particolari.
Presso il Centro Medico Ascione è installato il sistema di ultima generazione Stephanix D2RS, un tavolo radiologico telecomandato multifunzionale che fornisce un’elevata qualità di immagine sia nelle indagini radiografiche che fluoroscopiche. Il tavolo, rapidamente ribaltabile di 90°, è di facile gestione e altamente confortevole per il paziente, che può agevolmente salire e scendere sia quando è in posizione orizzontale che verticale.
Questa apparecchiatura è dotata di un sistema digitale di acquisizione ed elaborazione di immagini radiografiche ad altissima risoluzione, che consente una notevole riduzione dell’esposizione a radiazioni ionizzanti. È possibile effettuare esami di routine e specialistici senza alcuna limitazione.

TOMOSINTESI
Con l’installazione del nuovo sistema radiologico digitale Stephanix D2RS il Centro Medico Ascione si è dotato dell’innovativa tecnologia di TOMOSINTESI DIGITALE anche nel settore di radiologia tradizionale.
La Tomosintesi Digitale rappresenta infatti l’evoluzione della stratigrafia tradizionale e ne sintetizza tutti i vantaggi eliminandone in pratica tutti i precedenti limiti.
Consiste in multiple esposizioni in una singola acquisizione con successiva elaborazione computerizzata.
È possibile ottenere multiple sezioni con immagini prive di sovrapposizione dell’intervallo di separazione minimo di 1 mm.
La Tomosintesi Digitale è una tecnica “problem-solving” in Pazienti con reperti radiografici standard dubbi che spesso consente di risolvere immediatamente il quesito diagnostico senza dover eseguire esami maggiormente impegnativi con dose raggi decisamente superiore quali la TC, eventualmente anche con mezzo di contrasto endovena. I campi di applicazione della Tomosintesi Digitale sono molteplici.
In particolare nel nostro Centro l’esame viene eseguito, previo consenso del Paziente, al termine di un esame radiografico standard dal risultato incerto in ambito toracico, osteo-articolare o addominale.
Un reperto dubbio all’esame radiografico tradizionale grazie alla Tomosintesi Digitale può essere subito meglio definito evitando spesso di sottoporre il Paziente ad una successiva indagine TC, riducendo la componente ansiosa che inevitabilmente ne deriva e riducendo i costi. Grazie alla Tomosintesi Digitale, che comporta una dose molto contenuta di radiazioni, vengono eseguite indagini TC soltanto nei casi di assoluta necessità clinica.
Il nostro Servizio di Radiologia è anche disponibile ad eseguire la Tomosintesi Digitale a completamento di esami di radiologia tradizionale eseguiti in altre Strutture. La Tomosintesi Digitale si presenta inoltre come una metodica altamente affidabile nei controlli radiografici delle protesi d’anca e di ginocchio.
È noto che la radiologia tradizionale per i limiti insiti nella metodica e la TC per la presenza di artefatti metallici, spesso non consentono di mettere in evidenza lesioni ossee peri-protesiche sia a livello dell’anca che del ginocchio.
Eseguire un esame di Tomosintesi Digitale è facile, veloce e consente spesso al Paziente un notevole risparmio economico in quanto gli evita di sottoporsi ad esami costosi quali la TAC o la Risonanza Magnetica.

RADIOGRAFIA DOMICILIARE

+

Il Centro Medico Ascione offre un nuovo servizio di radiografia domiciliare, grazie a moderne ed efficienti apparecchiature dedicate, il Centro è possibile espletare indagini diagnostiche direttamente presso il domicilio del paziente. Il servizio è attivo in tutto il territorio di Torre del Greco e comuni limitrofi.
I nostri Tecnici di Radiologia raggiungono il domicilio del paziente, eseguono la prestazione ed entro 24h l’indagine viene refertata.
Qualsiasi tipologia di paziente può usufruire di questo servizio diagnostico. Il servizio risulta particolarmente vantaggioso in presenza di pazienti per i quali la mobilitazione può risultare rischiosa o difficoltosa (pazienti allettati, immunodepressi, con deficit psicofisici, geriatrici, traumatizzati, neonati, oncologici etc…).

Vantaggi
• Sanitario:
  Nessun rischio correlato al trasporto e all’ospedalizzazione (contagio, traumi e stress psicofisici, movimentazioni dolorose);
• Economico:
  minor costo rispetto al trasporto in ambulanza e/o correlato alla perdita di giornate di lavoro per chi si prende cura del paziente.
• Relazionale ed umano:
  Riduzione dello stress in carico al paziente che potrà essere assistito in un contesto a lui familiare;
• Sociale:
  riduzione dei costi sostenuti dal SSN, relativi alla mobilitazione dei pazienti.

Esami eseguiti
• RX Torace
• RX Bacino
• RX Colonna
• RX Arti superiori
• RX Arti inferiori

TC CONE BEAM 3D

+

La Cone Beam CT (o TAC) è una moderna metodologia diagnostica che consente di riprodurre sezioni e/o generare un’immagine tridimensionale del cranio. Questa nuova tecnologia grazie all’elaborazione di immagini 3D ha l’enorme vantaggio di riprodurre fedelmente la struttura anatomica in esame e la corretta relazione con le strutture circostanti.

I vantaggi della CBCT sono:
Minore dose di radiazione impartita: fino a 10 volte inferiore rispetto ad una normale TAC
Minore durata dell’esame: Minore durata di scansione, minore dose di radiazioni e minore possibilità di artefatti dovuti a movimenti del paziente.
Posizionamento più confortevole: il paziente può stare in piedi, su uno sgabello o su una sedia a rotelle per pazienti diversamente abili.

L’esame CBCT consente al medico di visualizzare le regioni anatomiche di interesse in 3D, aiutandolo a definire in modo mirato la terapia o il trattamento chirurgico più adeguato. Inoltre grazie ad un potente software di ricostruzione 3D, l’anatomia può essere rappresentata come un realistico oggetto tridimensionale. Vale a dire informazioni più precise per una chirurgia meno invasiva e una ridotta durata del successivo intervento.

Le applicazioni cliniche della CBCT sono:
Analisi di:
Denti inclusi
Denti suprennumerari
Terzo molare ritenuto
Articolazione temporo-mandibolare
Seni mascellari
Canale radicolare
Piccole fratture radicolari

Pianificazione di:
Trattamenti implantari
Trattamenti ortodontici
Chirurgia Ortognatica/orale

Inoltre il sistema MaxiO300 dispone di un sistema per la riduzione degli artefatti metallici (MAR), questo sistema offre la possibilità di utilizzare la riduzione degli artefatti metallici in immagini 3D. Ciò consente di migliorare le capacità diagnostiche nei casi in cui possono verificarsi artefatti metallici causati da oggetti radiopachi, ad esempio:
• Esame endodontico di denti con otturazioni dei canali radicolari
• Casi di impianto

Preparazione dell’esame:
è necessario solo togliere tutti gli oggetti metallici dalle spalle in su (gioielli, occhiali, piercing) per evitare artefatti nelle immagini. L’esame ha una durata inferiore al minuto.

MOC DEXA

+

Mineralometria Ossea con metodo DEXA : la mineralometria ossea computerizzata (MOC) è una tecnica radiologica utilizzata per valutare variazioni del contenuto minerale che si possono verificare in seguito alla menopausa, a patologie renali, endocrinologiche, metaboliche ecc...
La macchina sfrutta il principio attraverso il quale i Raggi X, peraltro di bassa intensità, attraversando i diversi tessuti subiscono una attenuazione che è maggiore quanto è più densa la parte del corpo attraversata. Questo principio permette di valutare diversi tessuti, come la matrice ossea, la massa muscolare ed il grasso. Inoltre riesce ad elaborare dati per ogni distretto corporeo, come braccia, tronco e gambe.

MAMMOGRAFIA DIGITALE DIRETTA

+

La mammografia digitale diretta è l’ esame di elezione per la prevenzione e la diagnosi precoce delle patologie oncologiche della mammella. Si tratta di una tecnica diagnostica morfologica, si studiano quindi forma e struttura della mammella, che consente di rilevare lesioni mammarie in fase precoce, che si presentano sotto forma di opacità nodulari a margini irregolari, microcalcificazioni polimorfe, oppure aree di distorsione strutturale.
Il mammografo installato presso il Centro Medico Ascione, sfruttando gli enormi vantaggi della tecnologia digitale diretta, ha una sensibilità nettamente maggiore rispetto alle tecniche tradizionali, facilitando la diagnosi della malattia anche nelle fasi iniziali potendo identificare lesioni millimetriche. Il mammografo in dotazione presso il Centro Medico Ascione essendo di ultima generazione permette di utilizzare una dose di radiazioni ionizzanti estremamente ridotta.
Per le donne di età inferiore ai 40 anni è utile l’autopalpazione e un controllo clinico almeno una volta l’anno. Si consiglia di iniziare a sottoporsi ad esami mammografici a partire dai 40 anni, quando cioè la struttura mammaria diventa gradualmente meno ricca di componente ghiandolare e più ricca di tessuto adiposo.

Il limite maggiore della mammografia è rappresentato dalla "mammella densa", in cui strutturalmente prevale la quota di tessuto ghiandolare rispetto a quello adiposo. In queste condizioni, la radiopacità omogenea indotta dal tessuto ghiandolare fa sì che ci sia una possibilità che la lesione non sia individuata. In questi casi l'ecografia diventa un indispensabile supporto diagnostico della mammografia.
Se l'ecografia si pone come primo approccio diagnostico complementare della mammografia, la risonanza magnetica rappresenta un utile approfondimento per alcuni specifici casi, ove mammografia ed ecografia non siano state risolutive. Presso il Centro Medico Ascione è possibile eseguire tutto l’iter diagnostico.
La mammografia non necessita di alcun tipo di preparazione, se non l'accorgimento (per le donne non in menopausa) di sottoporsi all'esame nel periodo compreso tra il 5 ° ed il 12 ° giorno dall'inizio della mestruazione. Questo per evitare di eseguire la mammografia nel periodo ovulatorio, quando generalmente la mammella è molto tesa e spesso spontaneamente dolente.

La mammografia viene prescritta alle donne sotto i 40 anni soltanto in pochi casi selezionati dallo specialista. In generale, sotto i 40 anni si preferiscono controlli clinici ed ecografici, sia per le caratteristiche strutturali della mammella, in cui predomina la componente ghiandolare, sia per evitare di sottoporre le donne ad un numero eccessivo di mammografie nel corso della vita, in quanto l'ecografia è un esame che utilizza ultrasuoni e non radiazioni ionizzanti.

Presso il Centro Medico Ascione è possibile eseguire i seguenti esami per la diagnostica senologica:

• Mammografia Digitale Diretta
• Ecografia con Color Power Doppler
• Visita specialistica
• Ago aspirati eco guidati
• RM Mammaria con MDC
• RM Mammaria per controllo protesi
• Test BRCA1 BRCA2
• Tomosintesi Mammaria 3D

TOMOSINTESI MAMMARIA 3D

+

La mammografia resta l’esame d’eccellenza per la prevenzione del cancro al seno, ma grazie all’utilizzo di una tecnologia di ultima generazione ( Tomosintesi ), che permette uno studio stratigrafico della mammella, il risultato diagnostico è più efficace rispetto alla mammografia convenzionale, infatti questo esame diagnostico permette di accertare tumori al seno, anche in fase precocissima.

La mammografia con tomosintesi è una tecnologia digitale all’avanguardia tramite la quale le immagini vengono acquisite da diverse angolazioni, con apparecchiatura dedicata, per poi essere ricostruite tramite un software di elaborazione e poi visualizzate in 3D. Questa tecnica garantisce un elevato livello di sensibilità e specificità diagnostica.
La mammografia con tomosintesi, pur erogando sostanzialmente la stessa dose di radiazioni assorbite, offre un miglior risultato diagnostico. Con questa tecnica è infatti possibile studiare la mammella anche nella terza dimensione (la profondità) evitando la sovrapposizione delle strutture ghiandolari della mammella. Il risultato finale è una maggiore accuratezza diagnostica con possibilità di individuare lesioni meno evidenziabili con la mammografia tradizionale, che possono rimanere nascoste sotto il tessuto ghiandolare normale. Di conseguenza si riducono i risultati falsamente positivi, erroneamente considerati patologici, che richiedono la ripetizione dell’indagine o ulteriori approfondimenti diagnostici che possono generare ansia nelle donne.

Il Centro Medico Ascione dispone del nuovo Mammografo Helianthus DBT con tomosintesi (Metaltronica). Si tratta di un’apparecchiatura di ultima generazione che permette una estrema accuratezza diagnostica nello scoprire e localizzare le lesioni mammarie e di evidenziare quelle che per limiti fisici possono sfuggire alla mammografia tradizionale.

La Tomosintesi 3D offre i seguenti vantaggi rispetto alla mammografia convenzionale 2D:
• Un sensibile aumento nel rilevamento di lesioni al seno invasive
• Marcata diminuzione dei richiami dei falsi positivi, riducendo al minimo l’ansia per le pazienti e i costi non necessari
• Migliore valutazione, rispetto alla mammografia classica, sia del seno denso, tipico della donna giovane, che a prevalente componente adiposa, consentendo una migliore capacità di individuazione di lesioni di piccole dimensioni, che possono talvolta sfuggire alla mammografia 2D.
• Una veloce scansione in Tomosintesi, tra i 5 e 9 secondi a seconda dell’angolo di acquisizione.
• Minor tempo in compressione per migliorare il comfort della paziente riducendo sia lo spiacevole dolore che il rischio di artefatti da movimento.
• Esami di qualità clinicamente superiori con una dose equivalente a quella di una mammografia
• riduzione degli esami di II e III livello (ago-aspirati, biopsie, mammo-RM), che impattano sensibilmente sul carico di ansia e apprensione delle pazienti oltre che sulla spesa sanitaria.
• più agevole identificazione delle lesioni espansive, con migliore caratterizzazione della loro forma e contorni, nonché dell'ampiezza e dell'architettura delle distorsioni parenchimali.

FIBROSCAN

+

Oggi, l’epatopatia cronica è un problema sempre più diffuso e pressante nell’ambito dell’assistenza sanitaria pubblica. Nel mondo vi sono, infatti, più di un miliardo di persone affette da questa patologia che può essere causata da un virus, come l’epatite B o C, da un eccessivo consumo di alcool o da abitudini alimentari scorrette che provocano malattie quali la steatoepatite non alcolica (NASH) e la steatosi epatica non alcolica (NAFLD).
Tali patologie generalmente restano asintomatiche e pertanto è cosa comune che non vengano diagnosticate fino a quando non raggiungono uno stadio troppo avanzato; peggiorano nel tempo e possono portare a complicazioni potenzialmente anche letali.
Da oggi il Centro Medico Ascione dispone di un ecografo di ultima generazione LOGIQ™ S8 XDclear™ 2.0 * con la migliore tecnologia nel campo della quantificazione del tessuto epatico e dell’imaging a ultrasuoni, questa piattaforma esclusiva offre un’ampia gamma di soluzioni per lo screening, la diagnosi e il monitoraggio delle epatopatie.
Il sistema ad ultrasuoni LOGIQ™ S8 XDclear™ 2.0 rappresenta il fiore all’occhiello di GE Healthcare per una vasta gamma di indicazioni cliniche. Questo ecografo supporta il “pacchetto fegato”, un sistema ad hoc in grado di fornire funzionalità all’avanguardia per l’imaging ecografico del fegato.
Echosens invece ha sviluppato FibroScan®, uno strumento di riferimento per la valutazione quantitativa del tessuto epatico, destinato alla gestione dei pazienti affetti da epatopatia cronica. La tecnologia FibroScan consente di misurare in maniera rapidissima e indolore la fibrosi epatica, la cirrosi e la steatosi: parametri fondamentali per valutare le condizioni del fegato. Raccomandata nelle linee guida delle più importanti organizzazioni cliniche, tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), questa tecnologia ha introdotto un’alternativa non invasiva ed economicamente vantaggiosa alle dolorose biopsie epatiche, con cui il medico inseriva un ago nel fegato per prelevare un campione di tessuto.

Cos’è il FibroScan?
Il Fibroscan è una metodica diagnostica utile a quantificare la fibrosi epatica, vale a dire il fenomeno di cicatrizzazione che consegue a malattie come l’epatite virale e che può portare alla cirrosi epatica. Questa tecnica è eseguita grazie ad uno strumento, chiamato fibroscan.
L’apparecchio è simile ad un ecografo. La sonda del fibroscan viene applicata sulla cute del costato a destra: l’impulso che genera determina la propagazione di un’onda elastica attraverso il fegato, la cui velocità, misurata per mezzo degli ultrasuoni, è direttamente correlata alla sua rigidità.
Fino ad ora, questa informazione era ottenibile solo con una biopsia epatica, ossia con un prelievo dal fegato, eseguito, in anestesia locale, con un apposito ago. La biopsia epatica è però una procedura invasiva; inoltre, il frammento di tessuto che si ottiene, se di piccole dimensioni, può non rappresentare fedelmente lo stato del fegato nella sua interezza.
Per le sue caratteristiche, dunque, il fibroscan, è particolarmente utile per un monitoraggio nel tempo delle malattie epatiche, della loro evoluzione e della risposta al trattamento.
Il fibroscan è doloroso o pericoloso?
No, non è doloroso né pericoloso e come una qualsiasi ecografia è ripetibile anche in tempi ravvicinati.

Chi può effettuare il fibroscan?
Chiunque può essere sottoposto a questa indagine, ma sempre su indicazione da parte del medico curante, o di uno specialista.

Preparazione all’esame
È richiesto il digiuno di almeno 6 ore. Non è necessario sospendere eventuali terapie farmacologiche in atto.

Durata e svolgimento dell’esame
Il fibroscan è una procedura ambulatoriale che dura non più di 15 minuti, del tutto indolore, facilmente ripetibile nel tempo e rappresentativa di un campione di tessuto epatico almeno cento volte maggiore rispetto a quello ottenuto di una tipica biopsia epatica. L’esame può essere sostenuto con visita epatologica + ecografia epatica.

SCOPRI DI PIÙ

DERMATOSCOPIA DIGITALE

+

Video Dermatoscopia (Mappatura dei nevi digitale)

Da diversi anni si registra l'aumento dei casi di melanoma, un tumore della pelle ad alta mortalità che tuttavia è perfettamente guaribile se identificato e asportato precocemente. È di fondamentale importanza poter riconoscere per tempo queste lesioni, che possono derivare sia da un nevo preesistente che presentarsi invece sulla pelle intatta.
Siamo tutti consapevoli dei rischi relativi alla presenza di nevi e all'eccessiva esposizione al sole, tanto è vero che sempre più persone fanno ricorso al dermatologo per la visita ed il controllo dei nevi.
L'osservazione dei nevi effettuata dallo specialista, si esegue con la metodica moderna della dermatoscopia in epiluminescenza; rispetto al passato, dove l’osservazione era fatta ad occhio nudo, questa metodica si è rivelata essere di grande aiuto al dermatologo nella diagnosi precoce di tutte le lesioni cutanee, sia benigne che maligne.
La tecnologia offre oggi l’opportunità di migliorare ulteriormente questa tecnica, unendo alla dermatoscopia la digitalizzazione delle immagini e la loro memorizzazione. Il nuovo dermatoscopio digitale installato al Centro Medico Ascione è inoltre dotato di un software dedicato alla dermatoscopia.

Presso il Centro Medico Ascione è stato installato un dermatoscopio digitale di ultima generazione, il Molemax HD, grazie a questa modernissima apparecchiatura il dermatologo ha la possibilità di:

• Acquisire immagini
• Effettuare ingrandimenti per una visualizzazione più precisa
• Studiare in dettaglio i parametri morfologici
• Archiviare le immagini
• Effettuare dei confronti nel corso dei successivi controlli

La nuova tecnologia di mappatura digitale dei nevi, consente al dermatologo di acquisire immagini dell’intera superficie corporea. La serie di fotografie realizzata nei vari distretti corporei contribuisce ad individuare e riconoscere le nuove lesioni comparse dopo l’ultimo controllo.
La mappatura digitale dei nevi consente di valutare con maggior precisione l'evoluzione delle lesioni considerate “sospette”. Eventuali lesioni maligne possono così essere individuate e asportate precocemente mentre quelle benigne trattate secondo il giudizio dello specialista.
La mappatura digitale dei nevi è particolarmente consigliata a coloro che, per familiarità o per caratteristiche proprie, presentano i fattori di rischio per tumori cutanei:

• fototipo chiaro (pelle chiara, che non si abbronza o difficilmente si abbronza, presenza di lentiggini, capelli e occhi chiari).
• episodi di ustioni solari (soprattutto se ripetute ed in età pediatrica)
• eccessiva esposizione al sole o frequente ricorso all’abbronzatura con lampade UVA
• presenza di molti nevi sulla pelle
•  presenza di nevi irregolari (“atipici”)
• pregresso melanoma
• casi di melanoma in famiglia

La mappatura digitale dei nevi è oggi la metodica non invasiva più accurata che consente al dermatologo di valutare e memorizzare i nevi e le lesioni sospette dei pazienti.