ECOCARDIOGRAMMA CON MICROBOLLE O BUBBLE TEST

Home / cardiologia

ECOCARDIOGRAMMA CON MICROBOLLE O BUBBLE TEST

A cosa serve il bubble test
Con l’espressione Bubble Test – o Test delle Microbolle – si indica una tipologia di esame volto a diagnosticare la presenza o meno del Forame Ovale Pervio (FOP). È un esame peraltro da considerarsi pressoché obbligatorio in chi pratica attività subacquea con bombole: in questo caso, il difetto non diagnosticato e quindi non trattato può portare a conseguenze anche molto gravi.
Tale condizione, presente alla nascita, si caratterizza per un’apertura a livello cardiaco la quale comporta il passaggio di sangue non ossigenato dall’atrio destro all’atrio sinistro (cosiddetto shunt). Fondamentale per la sopravvivenza del feto, tale comunicazione tende poi a chiudersi spontaneamente nel primo anno di vita. Ciononostante, nel 25-30% della popolazione adulta, ciò non avviene o avviene solo parzialmente.

Come si esegue
L’esame consiste nell’infondere da una vena superficiale del braccio una soluzione salina (mescolata o meno ad un gel idoneo ad aumentarne la viscosità) capace di formare piccole bolle che non hanno alcuna interferenza nell’organismo. Tali bolle sotto la spinta della circolazione venosa raggiungono il cuore ed, in caso di presenza di shunt tra le camere cardiache, è possibile osservarne il passaggio diretto dalle sezioni destre alle sezioni sinistre attraverso un’ecocardiogramma transtoracico.
L’infermiere si occuperà di posizionare un accesso venoso prima dell’inizio dell’esame, mediante una agocannula dalla quale sarà poi iniettata la soluzione precedentemente preparata. Dopo 5 secondi dall’infusione verrà chiesto al paziente di effettuare una manovra di Valsalva (espirazione forzata a glottide chiusa) che consente di aumentare la pressione addominale e, di conseguenza, nell’atrio destro. In caso di comunicazione anomala si assisterà al passaggio di bolle nel circolo arterioso. La tempistica di passaggio di tali bolle potrà indirizzare sulla sede di questo passaggio anomalo (precoce a livello cardiaco, tardivo in quello extracardiaco).
L’intero procedimento verrà ripetuto successivamente sotto monitoraggio ecodoppler dell’arteria cerebrale media attraverso una finestra transcranica temporale od occipitale. Tale secondo step permette la quantificazione ed il grading del difetto secondo una classificazione standardizzata.

Durata e rischi.
Il bubble test si esegue in genere in 20 minuti. È un esame non doloroso, ne invasivo. Consiste in una semplice valutazione ecografica eseguita dopo somministrazione di soluzione fisiologica. Non pericoloso, non doloroso, non può essere fonte di allergie in quanto non utilizza mezzo di contrasto.

Modalità di preparazione al test.
Il bubble test è un’indagine di semplice esecuzione e non comporta effetti collaterali maggiori, non richiede alcuna preparazione e permette di ritornare alle proprie attività subito dopo l’esame. Il test è indicato in tutti i casi di Attacchi Ischemici Transitori (TIA) o Ictus (Stroke) di non definita natura.

Possibili alternative al Bubble Test.
Il bubble test è l’unico esame capace di fornire una diagnosi di certezza relativa alla presenza di shunt intracardiaci assieme al dato funzionale quantitativo di eventuali reperti patologici. I risultati del bubble test vanno integrati con una valutazione della significatività di eventuali shunt patologici riscontrati, nel caso in cui si stia effettuando un iter diagnostico per ictus/TIA criptogenetico mediante RM cerebrale.
Un esame alternativo al bubble test per la valutazione morfologica di difetti intracardiaci è rappresentato dall’ecocolordoppler transesofageo, che rappresenta tuttavia un esame ad invasività superiore e che non consente un grading funzionale ugualmente accurato.

Bubble Test




SEGUICI SUI SOCIAL

PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Altri servizi di cardiologia

Attrezzature all'avanguardia e un team di specialisti.
Sempre al tuo fianco.

VISITA SPECIALISTICA

La visita da parte dello specialista cardiologo rappresenta ancora oggi, nonostante la disponibilità di metodiche di indagine strumentale sempre più ...

Scopri di più

ARITMOLOGIA

Presso il Centro è da poco attivo un nuovo ambulatorio dedicato esclusivamente allo studio delle aritmie ed allo scompenso cardiaco. L'ambulatorio ...

Scopri di più

ECG

Rappresenta l'esame cardiologico essenziale e preliminare ad indagini successive. Esso consiste nella registrazione dell'attività elettrica del cuore. L'ECG può fornire informazioni ...

Scopri di più

PROVA DA SFORZO

Rappresenta una delle indagini di maggiore impiego in cardiologia. L' indicazione a questo tipo di esame è rappresentata dal sospetto di ...

Scopri di più

HOLTER 24H

Consiste nella registrazione, per un periodo di almeno 24 ore fino ad un massimo di 7 giorni in continuo, dell'attività ...

Scopri di più

HOLTER PRESSORIO

Tale esame consente il monitoraggio per 24 ore della pressione arteriosa, mediante un dispositivo collegato con uno sfigmomanometro che misura ...

Scopri di più

ECODOPPLER CARDIACO

L'ecocardiogramma è un'indagine diagnostica ormai diffusissima e di grandissima utilità. Essa sfrutta la proprietà fisica degli ultrasuoni di riflettersi al contatto ...

Scopri di più

COLORDOPPLER

Tale tecnica di indagine sfrutta la capacità degli ultrasuoni, quando incontrano strutture in movimento (come ad esempio il sangue), di ...

Scopri di più

PACE-MAKER

Il pacemaker e il defibrillatori cardiaci impiantabili sono dispositivi che hanno permesso di risolvere patologie cardiache complesse come bradiaritmie (malattia ...

Scopri di più

Tempi di attesa



  Cardiologia

Tradizionale

   0/3 giorni

  Radiologia

Tradizionale

   nessuna lista d'attesa

  TC e RM

Senza mezzo di contrasto

   nessuna lista d'attesa

  TC e RM

Con mezzo di contrasto

   1/3 giorni

  Ecografia

Tradizionale

   0/1 giorni

  Laboratorio

Analisi

   nessuna lista d'attesa

Prenota Referti